Quarto risveglio

Cordone ombelicale

Dove si decide, si recide la cima della paura.

(Michele Lepera)

“Conosco delle barche che restano nel porto

per paura che le correnti le trascinino via con troppa violenza.

Conosco delle barche che arrugginiscono in porto

per non aver mai rischiato una vela fuori.

Conosco delle barche che si dimenticano di partire

hanno paura del mare a furia di invecchiare

e le onde non le hanno mai portate altrove,

il loro viaggio è finito ancora prima di iniziare.

Conosco delle barche talmente incatenate

che hanno disimparato come liberarsi.

Conosco delle barche che restano ad ondeggiare

per essere veramente sicure di non capovolgersi.

Conosco delle barche che vanno in gruppo

ad affrontare il vento forte al di là della paura.

Conosco delle barche che si graffiano un po’

sulle rotte dell’oceano ove le porta il loro gioco.

Conosco delle barche

che tornano in porto lacerate dappertutto,

ma più coraggiose e più forti.

Conosco delle barche straboccanti di sole

perché hanno condiviso anni meravigliosi.

Conosco delle barche

che tornano sempre quando hanno navigato.

Fino al loro ultimo giorno,

e sono pronte a spiegare le loro ali di giganti

perché hanno un cuore a misura di oceano.”

 

(Joseph Conrad)

Angelo Ricci

Ciao e buon risveglio dal tuo compagno di viaggio.

 

Se hai scelto di imbarcarti sulla nave “Venti Favorevoli” forse è perché senti dentro di te una voce che continua a dirti che c’è qualcosa da esplorare ancora. Un sogno, una relazione, una situazione che vuole essere riconosciuta e affrontata.

Siamo tutti esploratori della vita. Solo che a volte dimentichiamo questa parte di noi così profonda.

È qualcosa di noi che sa che, per evolversi, bisogna salpare, prendere il largo e navigare un mare grande, a volte di notte.

Un mare nero.

 

E oggi, finalmente, si salpa!

L’esploratore ha fiducia nel viaggio, anche quando non ne conosce perfettamente tutte le tappe. Porta con sé la prudenza e la curiosità ma non rinuncia alla sua sfida quotidiana per temprare il carattere e le forze.

Oggi, ti chiedo di andare in esplorazione lasciando per un po’ il tuo porto sicuro.

Il tuo compito per questa giornata infatti, è esplorare una situazione nuova, o che solitamente eviti, una situazione che ti faccia sentire un po’ distante dal molo.

Per esempio, andare al cinema o al ristorante da solo o da sola. È un’esperienza che molti evitano di fare.

Oppure, se il cinema o la cena ti ispirano, potresti invitare la persona che ti fa battere il cuore facendole quella telefonata che da tanto pensi di fare.

Oppure potresti finalmente prendere la parola in ufficio e, con diplomazia, esprimere il tuo parere come magari non hai mai fatto prima.

O ancora, chiamare finalmente il commercialista per richiedere quel business plan su quel progetto che è lì, accantonato da qualche parte.

O iscriverti a un corso di una cosa così strana che non avresti mai pensato di fare.

O percorrere a piedi una strada della tua città che non hai mai fatto  a piedi.

O fare la colazione salata anzichè dolce o viceversa, se ancora non hai fatto colazione.

Oppure mangiare sushi per la prima volta se non lo hai mai fatto prima

 

Insomma, oggi la parola chiave è “Esplorare” dunque il tuo compito è fare qualcosa che possa portarti per un po’ fuori dalla tua zona comoda.

In questo modo manderai un chiaro messaggio alla tua mente ovvero che sai metterti in gioco (credimi, nei prossimi giorni ti servirà) e in più potrai scoprire cose nuove e risorse che aspettavano solo di emergere!

Potrai scoprire di avere un cuore a misura d’oceano.

Buon risveglio e…

…siccome la nave è appena salpata, ti saluto con il motto dei marinai:

“Mare calmo e vento in poppa”!

Angelo Ricci

Ideatore di Sognatori Svegli,
Trainer
Formatore.

0
error: Mi spiace, non puoi copiare questo contenuto.