Ottavo risveglio

L’essenziale

Dove vado porto tutto me stesso e tanto basta.

(Michele Lepera)

La regola dei 5/25 è una tecnica che funziona sia nell’ambito personale che in quello della crescita professionale, ma possiamo applicarla anche in aree come relazioni/salute/imprenditoria ed è per questo che ho voluto condividerla con te.

Angelo Ricci

Buongiorno e buon risveglio dal tuo compagno di viaggio.

Nei giorni scorsi abbiamo parlato di grandi sogni ma anche di grandi storie che spesso ci raccontiamo e che accettiamo come verità assolute.

Abbiamo messo nello zaino il tuo sogno o la tua confusione ma anche qualche dubbio su quello che crediamo di sapere su di noi e sulla nostra storia.

Oggi, proviamo a mettere nello zaino qualcos’altro.

Si, perché nella vita di tutti i giorni, ci passano davanti desideri e obiettivi che vorremmo realizzare e che sembrano molto spesso tutti importanti, tutti “decisivi” per la famosa “svolta” che stiamo inseguendo, o peggio ancora, aspettando.

Tuttavia, l’errore in cui si casca facilmente è quello di disperdere le energie sui tanti fronti aperti, senza riuscire a focalizzarci sulle cose che alla fine, per noi, contano davvero con il risultato di aver speso tanto in termini di energie, economie e tempo e non aver ottenuto i risultati desiderati.

Per aiutarti a tenere alti il focus e la motivazione ed evitare di disperdere energie in attività che non sono prioritarie oggi ti propongo un esercizio molto potente suggerito da Warren Buffett, uno che di obiettivi e di crescita personale, professionale e finanziaria se ne intende appena appena.

Prendi il tuo diario di bordo:

Elenca 25 obiettivi che desideri realizzare nel prossimo futuro.

Di questi 25 obiettivi, prendi i cinque obiettivi per te più importanti ed elencali in ordine di priorità, dal più importante al meno importante.

Soltanto 5 su 25.

Fatto questo, cerchia i 5 obiettivi in un unico perimetro per isolarli da tutti gli altri.

A questo punto, una delle domande potrebbe essere: cosa ne faccio dei 20 obiettivi che non ho cerchiato?

È questo il punto: tutto quello che non hai cerchiato contiene probabilmente delle cose a cui tieni, che per te sono importanti e a cui vorresti dedicare comunque del tempo.

Ma proprio per questo motivo, a quei 20 obiettivi restanti (quelli che non hai cerchiato) non dovrai dedicare alcun energia e alcun tempo se prima non avrai raggiunto i tuoi cinque obiettivi prioritari.

Sono venti desideri a cui dovrai, al momento, rinunciare perché potrebbero diventare i tuoi “venti sfavorevoli”.

D’altronde stiamo preparando lo zaino per andare in navigazione e non possiamo permetterci di portare con noi tutto ciò che desideriamo.

La regola dei regola 5/25 è una tecnica che funziona sia nell’ambito personale che in quello della crescita professionale, ma possiamo applicarla anche in aree come relazioni/salute/imprenditoria ed è per questo che ho voluto condividerla con te.

Mare calmo e vento in poppa!

Un abbraccio dal tuo compagno di viaggio.

Angelo Ricci

Ideatore di Sognatori Svegli,
Trainer
Formatore.

0
error: Mi spiace, non puoi copiare questo contenuto.