Diciannovesimo risveglio

Seguendo gli uccelli migratori

Per ritrovare l’innato desiderio di raggiungersi

(Michele Lepera)

“Colui che vuole restare solo senza il sostegno di un maestro e di una guida, è come un albero solo e senza padrone in un campo, i cui frutti, per quanto abbondanti, verranno colti dai passanti e non giungeranno quindi alla maturità.”

 

(San Giovanni della Croce)

 

Angelo Ricci

Ci sono persone che stimi e ammiri perché incarnano dei valori in cui credi o perché posseggono delle caratteristiche che tu vorresti a tua volta possedere o sviluppare. Caratteristiche come per esempio coerenza, carisma, saggezza, lungimiranza, leadership, umiltà, intraprendenza, coraggio, passione.

Ci sono persone che sono già i tuoi mentori o che ti piacerebbe lo diventassero?

Non è detto che tu debba conoscerli di persona.

Un mentore potrebbe anche essere un filosofo vissuto 3000 anni fa, un genio contemporaneo di qualsiasi disciplina, una persona cara o il tuo vicino di casa.

Se ti trovi davanti a una decisione difficile da prendere o se non hai ancora chiara la  direzione da dare ai tuoi passi, chiedi aiuto al tuo o ai tuoi mentori.

Scrivi sul diario di bordo il nome di queste persone e immagina di averle accanto a te.

Cosa ti direbbero nel momento della decisione?

Cosa ti consiglierebbero di fare?

Entra in contatto con il tuo mentore e immagina di sentire le sue parole, immagina i suoi gesti, se indica un’immagine, un simbolo, un oggetto, un animale.

Poi trascrivi quello che ti dice, sotto oppure accanto al suo nome

 

Buon risveglio!

Il tuo compagno di viaggio.

Angelo Ricci

Ideatore di Sognatori Svegli,
Trainer
Formatore.

0
error: Mi spiace, non puoi copiare questo contenuto.