Condividi con chi vuoi

Scarica mp3 Scarica da iTunes

Per scaricare direttamente il file .mp3 dell'intervista, clicca con il tasto destro del mouse sul bottone "Scarica mp3" e scegli "Salva link con nome" (Chrome), "Salva oggetto con nome" (Firefox) o "Salva file collegato" (Safari)

La storia di Thomas Bandini


Questa è la storia di un uomo che non ama le mezze misure.

Un uomo capace di dire basta a uno stile di vita che lo aveva condotto a una condizione fisica precaria e pericolosa per la sua salute, e di lasciare un lavoro in cui non trovava più alcuno stimolo.

Il suo ex datore di lavoro gli disse: “tra un anno tornerai qui, perché fallirai”.

Thomas Bandini ha dato ascolto a quella parte profonda di sé a cui ha dato il nome di Oscuro Passeggero, ha perso 25 chili in un anno, ha scoperto la passione e l’importanza della corsa ed è riuscito a stravolgere la sua vita in ambito personale e professionale.

Thomas è un fiume in piena e in questa intervista ci parla del suo “amico interiore”, di come è riuscito a passare da un lavoro dipendente a uno da freelance e di quali sono alcuni passi fondamentali per chi vuole intraprendere una carriera da libero professionista.

E, ovviamente, di come è riuscito a diventare un ultra-maratoneta

Estratti

Ero talmente preso dalla passione per quel nuovo lavoro che sfogavo tutto sul cibo e sul bere e, a volte, non arrivavo nemmeno a guardarmi allo specchio. Arrivai a pesare 92 kg ma, a un certo punto, il corpo ha chiesto il conto. Mi sono reso conto che dovevo assolutamente cambiare le cose. Ho cominciato a disintossicarmi e soprattutto ho scoperto la corsa. In un anno e mezzo ho perso 25 kg“.

Quando dissi al mio capo che mi licenziavo per aprire partita iva lui mi disse che dopo un anno sarei tornato da loro perché non ce l’avrei fatta. In me scattò il meccanismo della sfida”.

 

C’è una parte di me che mi piace chiamare l’Oscuro Passeggero a cui non gliela posso raccontare. Lui sa quello che è meglio per me e ogni volta che sono stato bene non mi ha mai parlato. Per esempio, ogni volta che viaggio lui scompare, non ha bisogno di parlarmi, perché viaggiare mi fa stare bene. Conosce bene cosa mi piace e se non lo ascolto, non mi lascia in pace“.

In questa foto Thomas festeggia un risultato atteso per molto tempo: arrivare prima di Gianni Morandi in una mezza maratona :-) .


All’interno di una mostra d’arte, Thomas incontra su una tela l’immagine che per lui meglio rappresenta il suo Oscuro Passeggero, quella parte di sé che gli ha più volte indicato il cammino da scegliere.



Scopri il mondo di Thomas Bandini su www.thomasbandini.it



Visita il sito www.thetailors.it


Share this Post

(A cura di Angelo Ricci)



Ho stravolto la mia vita e mi sono messo in cammino alla ricerca di altre storie come la mia.

Condivido con te tutto ciò che ho vissuto, affrontato e appresto sperando possa ispirare le tue scelte e illuminare la tua strada.

Scopri un po’ della mia storia in questa pagina.