Condividi con chi vuoi

Scarica mp3 Scarica da iTunes

Per scaricare direttamente il file .mp3 dell'intervista, clicca con il tasto destro del mouse sul bottone "Scarica mp3" e scegli "Salva link con nome" (Chrome), "Salva oggetto con nome" (Firefox) o "Salva file collegato" (Safari)

Una riflessione a bassa voce


Fino a poco tempo ero convinto di avere paura di morire.

Ma adesso che sono in mare aperto mi accorgo che non ho più paura della morte. E che in fondo, quella che sentivo, non era paura di morire

Era paura della vita.

Trascrizione della puntata


Una frase attribuita a Buddha recita così:

“Gli sciocchi aspettano il giorno fortunato, ma ogni giorno è fortunato per chi sa darsi da fare.”

E tu? Che cosa stai aspettando? Il giorno fortunato?
Tu che forse avverti un vuoto,  una sensazione di mancanza,

Un senso di incompiuto,

Ti volti indietro e vedi pezzi di vita sprecati, anni che sembrano essere passati senza lasciare alcuna traccia. Come se fossero scomparsi.

Hai sempre pensato che sarebbe arrivato il momento giusto, che sarebbe arrivato il tuo tempo, il tuo turno.
Come se qualcuno da qualche parte dovesse prima o poi chiamarti e dirti: “ehi, tocca a te! È il momento di vivere la tua vita così come l’hai sempre desiderata. Vieni fuori dalla sala d’attesa.”

Ma gli anni e la vita sono passati, nell’illusione che prima o poi le cose sarebbero cambiate e che i tuoi desideri si sarebbero realizzati.

Che cosa stai aspettando? Ti stai ancora convincendo di avere tempo?
Ti stai ancora raccontando la storia che appena avrai sistemato quest’altra ennesima faccenda potrai finalmente dedicarti un po’ a te e al tuo sogno? 

Credimi, fino alla fine avrai sempre altre battaglie da combattere, altri problemi da risolvere,
alcuni saranno solo apparentemente più urgenti…

La maledetta urgenza di quelle cose che un giorno, alla fine del nostro tempo, ci appariranno così banali che faremo fatica a perdonarci.

E faremo una fatica enorme a non sentirci stupidi.  

Perché ci sarà una fine di questo nostro tempo anche se il nostro cervello è programmato per allontanare da noi questo pensiero, perché altrimenti ne uscirebbero sani di mente soltanto i pazzi.

Ma siamo esseri con una data di scadenza sopra e questa forse è la nostra più grande fortuna.
Perché quella che noi consideriamo come la fine può essere la spinta più grande a cominciare, da subito, a fare qualcosa di nuovo.
A cambiare le regole di questo gioco meraviglioso, cinico e terribile che può essere la vita.

Lo senti spesso dire che non è mai troppo tardi… Ma forse non è vero.
Potrebbe arrivare un tempo in cui non ne avrai più.
Non avrai più la forza e le energie che hai adesso per poter inseguire il tuo desiderio, per provarci almeno, per poter dire a te stesso prima di andartene per sempre: “Io c’ho provato.” 

Non è mai troppo presto.
Forse è questa la verità. 

E permettimi di dirti una cosa.
Io c’ho provato e non so ancora dove mi porterà questo incredibile cammino.
Ma provare a vivere come desideri può fare male davvero. E quando senti il dolore scavarti dentro, svuotarti il cuore e spazzarti come solo le grandi tempeste riescono a fare, può assalirti la voglia di tornare indietro.
Di toccare nuovamente la terra ferma.

Beh, ricorda che non c’è nulla di male in tutto questo.
Se sentirai di aver fatto il massimo, non ci sarà più nulla da rimpiangere.
Torna a casa. Tanto non sarai più la stessa persona che eri quando hai intrapreso il viaggio.
E questo potrà bastarti, almeno per un po’. E ti cambierà la prospettiva su moltissime cose.

Fino a poco tempo ero convinto di avere paura di morire.
Ma adesso che sono in mare aperto, mi accorgo che non ho più paura della morte.
E che in fondo, quella che sentivo non era paura di morire.
Ma paura della vita.

Che cosa stai aspettando?
Non sai da dove partire?

Prova a farti questa domanda:
Che cosa accadrebbe se continuassi a fare o a non fare tutto quello che hai fatto finora?

Ricorda, ogni paura ha il suo coraggio nascosto da qualche parte.
Forse gli sciocchi aspettano che arrivi,
Ma solo chi si dà da fare, a un certo punto, lo trova.
 


Evento


Incontriamoci dal vivo all’evento “Crea la vita che vuoi 2018”.


Iscriviti all’evento e inserisci il codice sconto CREA18SOGNATORI


Share this Post

(A cura di Angelo Ricci)



Ho stravolto la mia vita e mi sono messo in cammino alla ricerca di altre storie come la mia.

Condivido con te tutto ciò che ho vissuto, affrontato e appreso sperando possa ispirare le tue scelte e illuminare la tua strada.

Scopri un po’ della mia storia in questa pagina.