Condividi con chi vuoi

Scarica mp3 Scarica da iTunes

Per scaricare direttamente il file .mp3 dell'intervista, clicca con il tasto destro del mouse sul bottone "Scarica mp3" e scegli "Salva link con nome" (Chrome), "Salva oggetto con nome" (Firefox) o "Salva file collegato" (Safari)

La storia di Angelo Ricci


Oggi ti parlo della mia storia.

A un certo punto della mia esistenza ho compreso che la scelta più naturale che potessi fare fosse quella di stravolgere completamente le cose.

L’ho fatto senza fretta, e nella convinzione che allineare i miei valori e le mie scelte fosse l’unico modo per ricominciare a vivere una vita densa di significato.

In questa prima parte di una lunga intervista ti parlo del “prima di cambiare vita” e ti racconto un bel po’ di me. Lo faccio con tutta l’onestà e la sincerità di cui dispongo, rispondendo alle domande che mi sono state poste dai lettori iscritti al gruppo facebook Il Mondo dei Sognatori Svegli.

Buon ascolto.

Conduce la puntata: Violetta Federico

Nella puntata di oggi sarò accompagnato dalla splendida voce di Violetta Federico, speaker, redattrice, artista, Sognatrice Sveglia ma soprattutto navigatrice del mare che si è proposta di aiutarmi a confezionare questa puntata così come si fa per un regalo importante da fare a tutti gli ascoltatori.

Violetta si laurea nel 2009 con una tesi in Economia dei mass media, si specializza allo IULM di Milano sul linguaggio radiofonico e nel 2015 in Comunicazione Pubblica e d’Impresa.

Nel 2016 lancia la sua creatura www.viewsonair.com , qualche mese dopo inizia la collaborazione con il progetto Sophia – Donne che ispirano e di freelance come voce per spot, audiolibri, video aziendali e consulenze di dizione e public speaking.

Estratti

“C’è una parte di noi che se ne frega del contesto, dei tempi che stiamo vivendo, del fatto che forse dovremmo accontentarci e accettare di vivere una vita infelice. Non si arrende e trova sempre il modo di farsi sentire, con le buone o con le cattive”.

“Sono stato un osso durissimo perché il mio “vecchio me” voleva sempre avere tutto sotto controllo. Per un po’ ho fatto come Ulisse che si è fatto legare per non lasciarsi convincere dal canto delle sirene a tuffarsi in mare. Col tempo però mi sono slegato e alla fine, fortunatamente, ho deciso di tuffarmi”.

“Le domande più scomode che gli altri mi avrebbero potuto fare me le ero già fatte da solo. E avevo trovato una risposta molto convincente per ognuna di queste domande. Se tu sei il primo a non essere pienamente convinto di una decisione, stai pur certo che chi ti vuole bene se ne accorgerà”.

(Angelo Ricci)