Condividi con chi vuoi

Scarica mp3 Scarica da iTunes

Per scaricare direttamente il file .mp3 dell'intervista, clicca con il tasto destro del mouse sul bottone "Scarica mp3" e scegli "Salva link con nome" (Chrome), "Salva oggetto con nome" (Firefox) o "Salva file collegato" (Safari)

Scopri se anche tu sei in una di queste 3 trappole.


Accetti la sfida di NON realizzare il tuo sogno o il cambiamento che stai perseguendo, magari da tanto tempo?

Ascolta (o leggi) la puntata di oggi e vedrai che sarà molto semplice raggiungere questo obiettivo!

TRASCRIZIONE


Se vuoi cambiare qualcosa nella tua vita e vuoi essere sicuro di fallire in questo cambiamento ecco le tre mosse da mettere in atto:

  1. Eccedere nell’analisi.La paralisi da analisi oppure l’Analisi paralizzante è certamente una delle mosse migliori da mettere in campo se vuoi fallire volontariamente nei tuoi propositi di cambiamento.Ostinarsi a voler analizzare una situazione da ogni punto di vista può trasmormarsi molto facilmente da Scelta Saggia ad Alibi di ferro per non cambiare in quanto ci permette di non muovere un passo in alcuna direzione e restare ancorati alla ricerca della causa del problema piuttosto che spingerci alla ricerca di una soluzione.Questo processo non fa altro che spingerci all’indietro, nel nostro passato, piuttosto che focalizzare la nostra attenzione sul “come funziona il problema.”Quindi il primo passo per fallire è chiedersi soltanto “Perché ho questo problema” piuttosto che “Come funziono io davanti a questo problema”, “Come rispondo o come agisco io davanti a questo ostacolo?”, “Quali soluzioni sto mettendo in atto e non stanno funzionando?”
  1.  Desistere da una soluzione che funziona.Quando lavoro con le persone una delle prime frasi che di solito mi sento dire è la seguente: “Angelo non so più cosa fare perché ormai le ho provate tutte.”E quando chiedo a queste persone quali tentativi abbiano messo in atto per risolvere quella situazione, arriviamo quasi sempre a scoprire che ha provato a mettere in atto quattro, massimo cinque tentativi di soluzione, ma la cosa più intessare è che tra quei tentativi, molte volte, c’è la soluzione che cercavano, soltanto che non è stata applicata per un tempo sufficiente a risolvere il problema.
    È un po’ quello che capita con la chiave giusta di una serratura quando, a primo colpo, sembra essere quella sbagliata. Desistiamo e ci concentriamo subito sulle altre chiavi del mazzo.Quindi, il secondo passo per fallire volontariamente è applicare una soluzione ma desistere velocemente.Ignora i primi piccoli cambiamenti e i primi risultati e lasciati sopraffare dall’impazienza del risultato immediato e dalla smania del “tutto e subito!”.
  1. Frequenta ambienti e relazioni nocive Continua a frequentare persone e ambienti tossici, poco stimolanti, a tenere in piedi legami logorati, relazioni nocive, a non potare rami secchi.Continua a lasciarti inquinare la vita da persone pessimiste, da chi ti svaluta e non sopporta le tua voglia di cambiare.E soprattutto, evita di prendere dei tempi che siano soltanto tuoi, evita di esplorare altri mondi, evita di formarti, di dedicare del tempo ai tuoi hobby e alle tue passioni, evita di lasciarti contaminare da storie e da persone che sono riuscite in qualche modo a percorrere una strada differente nonostante mille difficoltà.

 

Ricapitolando:

Continua ad analizzare il problema e guardati bene dal passare all’azione.

Se la soluzione sembra funzionare, ignora i primi risultati e provane altre in cerca di quella magica.

E continua a frequentare persone e ambienti nocivi e a non trovare mai il tempo per prenderti cura di te.

Ci vediamo anzi, ci sentiamo, alla prossima puntata.

Angelo Ricci




DIVENTA PRODUTTORE DI SOGNATORI SVEGLI




Share this Post

(A cura di Angelo Ricci)



Ho stravolto la mia vita e mi sono messo in cammino alla ricerca di altre storie come la mia.

Condivido con te tutto ciò che ho vissuto, affrontato e appresto sperando possa ispirare le tue scelte e illuminare la tua strada.

Scopri un po’ della mia storia in questa pagina.